You are here
Home > Dai Soci > Caterina Mattana > Così annae salutò il sole

Così annae salutò il sole

Ophrys holosericea  subsp.  annae

_DSC0271__---_rid_16.03

16 Marzo 2019

_DSC0316__---___rid_27.03

27 Marzo 2019

_DSC0370__---_rid_31.03

31 Marzo 2019

_DSC0389__---___rid_03.04

3 Aprile 2019

_DSC0449__---___rid_08.04

8 Aprile 2019

_DSC0487__---_rid_16.04

16 Aprile 2019

Questa deliziosa orchidea spontanea è attualmente ritenuta un endemismo sardo-corso. Relativamente comune in Sardegna è, però, assai rara in Corsica.

L’epiteto, che indica la delicatezza del fiore, deriva dal greco olos serikos, ossia “tutto di seta“.

Il nome della subspecie “annae” è stato scelto dagli autori del ritrovamento (Devillers-Tersch. & Devillers 1992) come dedica alla figlia Anna.

La piantina, dell’altezza massima di 40 cm,  ben si presta alle ibridazioni.

Mostra delle variabilità nella forma e nella colorazione del labello, con casi, non rari, di apocromia.

Caterina Mattana

Lascia un commento

Top