You are here
Home > Dalle sezioni > Sicilia > Spiagge violate, Jovanotti beach party: intere nidiate di Fratino minacciate

Spiagge violate, Jovanotti beach party: intere nidiate di Fratino minacciate

Fratino ♂, foto di Antonio Aiello
Fratino ♂, foto di Antonio Aiello

E’ piena estate, il caldo immagazzinato dalla sabbia viene sprigionato con un forte riverbero e le coppie di Fratino (Charadrius alexandrinus, Linnaeus 1758) sono in piena attività riproduttiva lottando tra mille insidie, molto più rispetto alle altre specie di uccelli perchè la loro evoluzione li ha portati a puntare sul mimetismo motivo per cui i nidi non vengono fatti sugli alberi ma in piccole fossette ricavate sulla sabbia delle nostre spiagge.

Vedere le uova di Fratino sul terreno è molto complicato anche per occhi esperti ed allora è facile che passanti ignari le calpestino è ancora più facile che i mezzi meccanici di pulizia spiagge facciano tabula rasa, è facile che cani randagi e cani domestici non tenuti al guinzaglio proseguano con le complicazioni….il tutto senza contare la fisiologica predazione naturale da parte di corvidi e laridi.

Uova di Fratino in una classica depressione sulla sabbia
Uova di Fratino in una classica depressione sulla sabbia, foto di Giovanni Spinella

 

E’ dura la vita per i Fratini, tanto da vederne la riduzione di oltre il 50% negli ultimi anni.

Ma in un periodo in cui il mondo cerca di diventare più green, cerca di aumentare la consapevolezza dell’impatto dell’uomo sul pianeta terra… ci mancava una tournèe musicale dall’inimmaginabile impatto ambientale. O meglio, lo si immagina proprio bene.

Ebbene si, ci stiamo riferendo alla nuova iniziativa di Jovanotti (Lorenzo Cherubini) dal nome JovaBeachParty che prevede una sequenza di mega concerti sulle spiagge di tutta Italia, spiagge non stadi, dune e ambienti costieri non palazzetti dello sport, ecosistemi naturali non teatri e sale da concerto.

Nei giorni prima e dopo i concerti ci saranno popolosi e operosi staff a preparare e smontare le strutture, durante i concerti migliaia e migliaia di persone senza possibilità di controllo e ….Fratini …o meglio quel che ne rimarrà perchè gli adulti scapperanno immediatamente e resteranno i pulli indifesi e impossibilitati a scappare e le uova che, vabbè inutile a dirsi, si mischieranno con la sabbia.

Questa vuole essere una lettera aperta al cantante nostrano che da sempre si è dimostrato dal sapore umile, dalle parole che inneggiano alle cose semplici della vita. “Piove, senti come piove….La terra a volte va innaffiata con il pianto, ma poi vedrai la pioggia tornerà” forse il pianto che intendevi è proprio quello che produce questa disarmante iniziativa.

Pullo di Fratino sempre al seguito del "papà". Foto di Antonino Barbera
Pullo di Fratino sempre al seguito del “papà”. Foto di Antonino Barbera

 

Questa vuole essere una lettera aperta al WWF Italia che ha dato parere favorevole, inspiegabilmente e che accetta di mettere a serissimo rischio il Fratino a favore della campagna Plasticfreetour che mira a portare la comunità italica ad un “comportamento più sostenibile”….ma questi concerti quanto sono “sostenibili”?

Chiediamo quindi a Lorenzo di prendere in considerazione l’idea di convertire queste mirabolanti avventure in zone più idonee e chiediamo al WWF Italia di motivare la sua inspiegabile posizione in questa vicenda.

 Pullo di appena un giorno che fa appello al suo potere mimetico. Foto di Giovanni Spinella
Pullo di appena un giorno che fa appello al suo potere mimetico. Foto di Giovanni Spinella

Ci si chiederà perchè la sezione siciliana di Afni si prenda così a cuore questa situazione dato che in Sicilia (per fortuna, viste le modalità) non vi sono previste date. La risposta è semplice, il Fratino è specie protetta e anche in termini di legge richiede tutela e protezione (Convenzione di Berna sulla conservazione della vita selvatica in Europa, dalla Convenzione di Bonn sulla conservazione delle specie migratorie, dalla Direttiva CEE 79/409 “Uccelli” e dalla Legge Nazionale n. 157/92 sulla tutela della fauna ), quindi riguarda tutti indistintamente.

Lascia un commento

Top